Anna Mio ero io.
Ho aperto questo blog poco più di un anno fa, scegliendo di non usare il mio vero nome né di mostrare il mio viso. Ero convinta che dovessero parlare le storie.
Poi la vita ha fatto la vita.

Le storie avranno sempre la precedenza su un nome o su volto, ma ho pensato che quando si propone qualcosa al mondo bisogna metterci la faccia. O almeno un profilo a tre quarti.

Allora eccomi qui. Sono Giovanna Miolli, ho 33 anni, la tristezza felice mi piace molto più della gioia triste e non c’è un giorno in cui io non scriva.

Uso il tango come lente d’ingrandimento per capire come scopriamo di essere ciò che non pensavamo.

Il tango si balla (almeno) in due. Fai girare le storie!